2020- Sono aperte le iscrizioni per l’ accademia del Porno Gore

Porno Gore

Dark Web- Cannibalismo- Necrofilia- Porno Gore

La follia di un individuo, spesso, è direttamente proporzionata alle sue fantasie sessuali.
Non a caso, i più famigerati serial killer della storia, avevano tutti (o quasi), grandissime difficoltà nell’ intendere il rapporto intimo come una situazione normale dell’ esistenza umana, della quotidianità, da vivere semplicemente per “dare e ricevere piacere fisico” e non come una costrizione in cui lussuria e sangue si mescolano fino all’ estremo.
Dalla precedente considerazione, nasce il termine di “parafilia”, una devianza sessuale talmente eccessiva da risultare pericolosa e distruttiva.
Nel Dark Web, la parafilia stessa è l’ unica forma di erotismo presente; nella parte più macabra di internet, l’ eccitazione sessuale si raggiunge soltanto con la sofferenza e il supplizio fisico, proprio o altrui.
Da qualche anno, sempre nel Dark Web, sta imperversando una nuova ed inquietante tipologia di filmati, brevi video, pubblicati sotto la sigla “Porno- Gore”.
Si tratta di abusi, sevizie, torture che spesso si concludono con omicidi, il cui unico denominatore comune è la perversione, l’ orgasmo che può essere conseguito soltanto se al sesso (violento) viene aggiunto del sangue.
Il carnefice, quindi, non solo violenta la vittima di turno, ma arriva a ferirla, mutilarla, ucciderla, perchè solo la visione del sangue potrà soddisfare il suo piacere sessuale.
Il Porno Gore è quello che potremmo definire come una sorta di “fusione” tra parafilie, una terribile forma di sadismo suddivisa in differenti livelli, ognuno dei quali con un diverso coefficiente di crudeltà.

Livello base.

L’ uomo ha un rapporto con una donna durante il suo ciclo mestruale, pratica sessuale, questa, riconducibile alla “Menofilia”.
L’ eccitazione inizia alla visione dell’ assorbente sporco di sangue e prosegue con la penetrazione nelle parti intime femminili in quanto, vedere il proprio pene ricoperto dal sangue mestruale, sarà cosa particolarmente gradita.
Terminato il rapporto, l’ uomo raggiunge l’ orgasmo scoprendo come il plasma della donna gli sia scivolato fin sulle gambe.

Livello 1.

L’ uomo ha un rapporto anale con la donna.
E’ preferibile, in fase preliminare, una masturbazione dell’ ano con le dita, in modo da preparare il campo alla penetrazione completa.
Sia le iniziali spinte con le dita e poi le successive con il pene, dovranno essere particolarmente violente in modo da danneggiare (generando piccole emoraggie) lo sfintere interno, la cripta anale o il margine anale con la conseguente fuoriuscita di sangue.

Livello 2.

L’ uomo, durante il rapporto sessuale, ferisce la donna, solitamente con una lama, un pezzo di vetro o un coltello affilato (“Piquerismo”).
Non si parla di ferite profonde, nulla che possa far perdere i sensi o portare al decesso. La penetrazione può essere sia anale che vaginale.

Livello 3.

Situazione simile a quella appena descritta ma, in questo terzo livello del Porno Gore, il carnefice raggiunge l’ orgasmo bevendo il sangue che fuoriesce dalle ferite inferte.
Il rapporto sessuale viene, quindi, concluso con atti di Vampirismo.
In alcuni casi, la donna è costretta anch’ essa a bere il suo stesso sangue.

Livello 3.

A questo punto la situazione inizia ad essere ancor più inquietante: al sesso violento vengono aggiunti atti di antropofagia.
L’ uomo, durante la penetrazione, morde le carni della vittima, fino a strapparne piccoli lembi.
Il dolore per la donna è tale da provocarne la perdita dei sensi, fino al decesso.
L’ aguzzino può usufruire, anche, di lame, coltelli o rasoi per facilitare la scarnificazione e la successiva ingestione.
Porno GoreLivello 4.

La donna viene letteralmente mutilata, solitamente di uno o più arti, durante l’ amplesso.
Se è fortunata, il carnefice deciderà, ad esempio, di tagliarle “solo” un orecchio, qualche dito, una parte minima di un braccio o di una gamba.
La cosa importante sarà la mutilazione, la vittima dovrà apparire monca e, quindi, ancor più appetibile (“Acrotomofilia”).
Nelle sue forme più crudeli, questo livello viene anche definito, ironicamente, “Freak”, quando, cioè, avviene il taglio completo di arti superiori ed inferiori in modo che rimanga semplicemente un torso umano.
La conseguenza naturale per la vittima, sarà la morte per dissanguamento.

Livello 5.

Necrofilia estremizzata.
La vittima con evidenti ferite e perdite di sangue, viene violentata post mortem.
Nel quinto livello del Porno Gore, ogni pratica sopra descritta (dal Vampirismo alla mutilazione) è liberamente utilizzata dal carnefice a suo piacimento.
L’ unico obiettivo è l’ uccisione della vittima con annessi atti necrofili.

Livello 6.

L’ uomo penetra con il proprio pene le ferite della donna appena uccisa.
In questo caso, non si verifica una penetrazione vaginale post mortem, ma atti di necrofilia in cui le zone erogene diventano gli squarci presenti sul corpo della vittima stessa (“Splancnofilia”).

Paolo Mattia

Pubblicato da theevolution

Si consiglia la lettura al solo pubblico adulto. I temi trattati potrebbero offendere la sensibilità di minori, moralisti o deboli di cuore.