Alexey Yastrebov, uccide la compagna e le mangia il cuore

Definire “uno dei tanti femminicidi”, il gesto compiuto dal 35enne Alexey Yastrebov sarebbe riduttivo.
Per quanto il femminicidio sia un atto disgustoso, da condannare senza attenuanti, qui ci troviamo di fronte ad un livello di crudeltà, di sadismo e efferatezza che un essere umano non dovrebbe neanche solo immaginare.
Marzo 2018: Alexey Yastrebov sta trascorrendo quello che sembra un tranquillo pomeriggio, con la sua compagna, Ekaterina Nikiforova, 27 anni, nella loro casa a Krasnoyarsk, in Siberia.
Nasce un litigio banale, come spesso accade tra coppie ma il motivo scatenante la disputa, è tutt’ ora avvolto nel mistero. Che poi, a pensarci bene, alla luce dei fatti, non ha più molta importanza conoscerne la causa. Qualunque cosa sia successa tra Alexey Yastrebov e Ekaterina Nikiforova, nulla è in grado di giustificare l’ orrore che ne è seguito.
Alexey Yastrebov come posseduto da una ferocia incontrollabile, colpisce la ragazza con 129 coltellate, rendendone irriconoscibile il corpo.
Dopo averla uccisa, le cava il pomo d’ Adamo con lo stesso coltello con cui aveva compiuto la mattanza, poi le strappa letteralmente il cuore e un polmone, li cucina su una padella e consuma il pasto accompagnandolo con un bicchiere di vino.
Terminata la “cena”, Alexey Yastrebov, con una calma ai limiti della sopportazione, chiama la vicina di casa e le chiede di avvertire le autorità.
Ma in questa storia di devastante follia, quello che, forse, ha scioccato di più l’ opinione pubblica russa, è stata la condanna inflitta al killer: solo 12 anni di carcere e trattamento psichiatrico coatto per un soggetto capace di distruggere il corpo di quella che era la sua fidanzata, la madre dei suoi 2 figli, per poi mangiarne le carni.
Disperato il grido di dolore della madre di Ekaterina che vede in una tale sentenza, un’ atroce mancanza di rispetto alla memoria della figlia: “Avrebbero dovuto dargli l’ ergastolo” queste le sue parole “anche se sarebbe stata meglio la pena di morte”.

Paolo Mattia – Nuovo account Instagram: pamat_theevo

Alexey Yastrebov
Alexey Yastrebov e Ekaterina Nikiforova

Alexey Yastrebov
L’ arma del delitto

Pubblicato da theevolution

Si consiglia la lettura al solo pubblico adulto. I temi trattati potrebbero offendere la sensibilità di minori, moralisti o deboli di cuore.