“Death Valley”; nel Dark Web c’è posto per tutti, anche per i necrofili

Death Valley

Dark Web- Necrofilia- Death Valley    

Sono certo che perdonerete la pochezza delle informazioni che andrò oggi a fornirvi riguardo la “Death Valley” del Dark Web, ma questa “perla” dell’ abominio, una rara rappresentazione lampante dello squallore umano, mi è balzata agli occhi ultimamente e non ho avuto ancora modo di approfondirne i contenuti.

Però, sarebbe stato meschino da parte mia non condividere con voi, piccoli seguaci dell’ obbrobrio, un simile conglomerato di letame, creato da qualche cervello scoppiato.

Qui scendiamo nella valle oscura, qui ci addentraimo nei sotterranei più disturbanti della mente umana.

“Death Valley” è uno dei tanti siti presenti nel Dark Web (e quindi già dovreste capire dove andremo a parare…) ma a differenza di altri, il livello di perversione supera di gran lunga il limite tra eccessivo e deplorevole.

Quindi, evitando di farla troppo lunga, se amate il sesso, la pornografia mescolata al sangue e preferite rapporti con donne “non più tanto in salute”, allora non mi resta che consigliarvi di fare una visita alla “Death Valley” perchè… ebbene sì, possiamo definirla semplicemente come il paradiso dei necrofili.

Death Valley

Testimonianze, immagini, video che raccontano senza censure le sevizie, gli stupri ai danni di cadaveri, prevalentemente giovani ragazze, abusate segretamente negli obitori, nei cimiteri, negli ospedali o in qualunque altro posto sia disponibile un corpo senza vita.

E’ presente, inoltre, una piccola guida per i necrofili “alle prime armi”, desiderosi di provare una simile esperienza ma ancora titubanti o ignoranti delle regole basilari; ecco allora che su “Death Valley” vengono suggerite le metodologie da seguire per consumare un rapporto sessuale con un cadavere evitando il rigor mortis (rigidità muscolare a seguito del decesso, causata da una modifica chimica dei muscoli che si manifesta circa tre ore dopo la morte), oppure come intrufolarsi in un obitorio passando inosservati o dissotterrare un corpo per utilizzarlo a proprio piacimento.

Paolo Mattia

Pubblicato da theevolution

Si consiglia la lettura al solo pubblico adulto. I temi trattati potrebbero offendere la sensibilità di minori, moralisti o deboli di cuore.